Perché il mangiapannolini è così provvidenziale dove c’è un bebè

Mangia…cosa? Buffo nome il mangiapannolini, che però la dice lunga (e chiara) sulla sua funzione dove c’è un bambino. Un bebè consuma in media dieci pannolini al giorno, di taglia variabile a seconda dell’età, ma si può dire che in media da 0 a 3 anni in casa è una bolgia dantesca se non si trova il modo di resettare gli ambienti domestici dall’ingombro e dalla puzza dei pannolini usati. Per tenere casa in ordine e l’aria respirabile, meglio ancora se profumata, sono nati questi utilissimi prodotti, ideati e lanciati sul mercato dei prodotti per l’infanzia dagli stessi produttori di pannolini che, di conseguenza, forniscono anche le ricariche in esclusiva.

Il consiglio è non sindacare sulla spesa per l’acquisto di un buon mangiapannolini, sia perché questi prodotti si trovano sul mercato a costi accessibili in generale anche per quanto riguarda

Essenze per oli da bagno

Gli oli da bagno sono utilissimi per rilassare il corpo, o dargli nuova carica. Ce ne sono di tutti i tipi, anche se possiamo racchiuderli in due categorie: rilassanti o energizzanti. I primi servono a farci scaricare lo stress, agiscono sul sistema nervoso e ci aiutano per esempio ad addormentarci o a lasciarci alle spalle una giornata stressante. Per tale ragione è bene fare questo tipo di bagno la sera, prima di coricarsi. Invece quelli energizzanti è meglio farli di mattina, in modo tale da avere la giusta carica per tutta la giornata – anche se sappiamo già che sarà dura. Anche in questo caso agiscono sul sistema nervoso, eccitandolo. Bastano solo 5 o 6 gocce di prodotto perché la “magia” avvenga. Le possiamo inserire nell’acqua già calda del bagno, e poi mescolare con l’aiuto della mano – per spargerle